Poesia

Poesie, versi liberi e haiku.

Mostra: Lista / Griglia
Mostra:
Ordina per:

In questa raccolta si raccontano i luoghi dell’infanzia. Ritrovare le memorie impresse nelle case, nei paesi, nelle strade dei primi dieci anni di vita è un modo per cominciare a capire se stessi, un viaggio nella propria geometria dell’anima, alla ricerca delle promesse, dei sogni e delle smentite.
«Viaggiando nella memoria nella Lucania di dieci lustri fa, ho trovato non solo le ragioni di quello che oggi sono, ma ho scoperto anche gli archetipi di questa terra, in bilico tra leggende arcaiche e ferite della modernità.»

12,00€

Patrizia Fortunati, autrice del romanzo “Marmellata di prugne”, si cimenta con la poesia. Questi versi raccontano immagini, sensazioni, sospiri e storie nate camminando per strada. Raccontano malinconie, ricerche, attese che non sono necessariamente proprie, ma che lo sono diventate nel momento in cui l’autrice le ha vissute per trasformarle in versi.
 

12,00€

Un raffinato poemetto in 16 movimenti che si dipanano ritmicamente con andamento onirico e sensuale, talvolta malinconico e graffiante, ricco d'intense suggestioni evocative che a tratti ci riportano a quelle movenze di emotività infrenabile e spregiudicata di "Ohznèh" (2015).

10,00€

L’Autrice ha già pubblicato con questa editrice 181 composizioni nel volume La contemplazione della Luna. Questo è il secondo volume dedicato alla Dea, ma Luna traspare, argentea traccia, in tutta la sua produzione… femineo tutelare nume-lume, tepida facella pallida che, nella mappa astrologica della poetessa, congiunge, esaltandosi nel Toro in X casa, gli occulti poteri di Saturno, Giove e Urano.

15,00€

Nell’anno ritornano feste, vacanze, luoghi della memoria e della vita, ritmi del tempo, sempre carichi di attese, di là delle smentite e delle sconfitte. un atto religioso è vivere, dinamico disperdersi il suo aspettare, il suo colorare d’impazienza ogni giorno. tentiamo voli verso mete sconosciute per poi tornare a confessare i nuovi errori, confidando in una assoluzione.

10,00€

Silloge raffinata e intensa dedicata al tema dell'amore.

10,00€

È con energia vibrante, superba passione, voluttà malinconica che l'autrice di questa raccolta di haku ci racconta della potenza dei pensieri segreti, delle gioie e delle tristezze intraviste, dei sobbalzi del cuore, della realtà del dolore, del mistero tragico dei destini, della carne che urla in un turbinio di vita. I temi racchiusi nelle quattro sezioni (Graffiti sul cuore, Peccati di gola, Eros, Animula vagula blandula…) si traducono in scintille evocative e sensuali accordate in un lessico di ricercata quotidianità.

12,00€

Il volume raccoglie parte di una più vasta produzione che copre il tempo di un venticinquennio.
Poesia è per l’autrice una sorta di trance, l’abbandono estatico a un demone che disegna e soffia versi suoni ritmi, attingendo a un tessuto linguistico frantumato, disperso, smemorato, recuperato a diventare misteriosa compagine di incantamenti.

15,00€

Una raccolta in versi dedicata al tema dell'amore e dell'eros, cinquanta momenti inaspettati e spregiudicati.

10,00€

Composti rispettivamente all’inizio e alla fine degli anni ’80 del Novecento, i Poemetti formano con Metaphorica (ali&no editrice, 2003) un vero e proprio trittico di quel decennio. Vi si dispiega l’inclinazione al canto-racconto, in un flusso ispiratorio ossessivo e concentrico, che fa del suono-ritmo-parole-verso una vestigia rotta e smemorata.

10,00€

Alandrò è un gatto, protagonista di questa bella filastrocca scritta da Marcella Rossi e illustrata dall’artista Paolo Lisandrelli.
Con Alandrò l’autrice celebra, per la gioia di adulti e bambini, in ritmo e canto, l’innocenza dell’Istinto svilito e conculcato dalla cultura dominante. Le immagini del protagonista e delle creature compagne rendono, in formulazioni stilistiche di contrappunto, una felicità inventiva delirata e avvincente.

18,00€

Piccoli bozzetti di vita quotidiana, introspezione, amore per la natura e la semplicità d’un vivere lento recuperato dall’antica civiltà contadina con le sue muse, i suoi detti, la sua fede e suoi sentimenti. Questi i temi principali della raccolta poetica in dialetto perugino Cérche ruqla?, sviluppati con grazia e stile affabulatorio e restituiti in una forma metrica variabile dal verso libero all’incisività fulminea dell’haiku, forma orientale sintetica, vibrante e comunicativa che più di altre restituisce il senso della sua ricerca.

10,00€

Raccolta semiseria, graffiante e ironica di poesie, aforismi e haiku dedicati al mondo naturale. Protagonisti formiche, api, ragni, fiori, alberi, oggetti, credenze popolari, motivi ricorrenti e vecchie filastrocche che infestano il mondo degli umani.
Una riflessione surreale sull’esistenza e sui mondi che popolano le fantasie più ossessive delle menti umane. Foto, disegni e testi dell’autore-esploratore Gian Luigi Carancini, ordinario presso la cattedra di Protostoria dell’Università di Perugia, che per ali&no dirige la collana dei “Quaderni di Protostoria”.
In modo altrettanto surreale si presenta ai lettori: «L’autore della raccolta di poesie (?!) contenuta in questo libro è nato nell’altro secolo, ed è cresciuto e vissuto per molto tempo a Roma, mentre attualmente va su e giù nel tratto centrale medio-tirrenico della penisola, millantando a destra e a manca ascendenze recanatesi. Per vivere svolge attività di venditore porta a porta di prodotti della cultura materiale.
Ha già pubblicato un libro-inchiesta, ormai introvabile, dal titolo “M’illumino, Vincenzo!”, nel quale denunciava la secolare barbara usanza da parte delle casalinghe di appiccarsi il fuoco in cucina nel caso di una ricetta fallita o di un piatto non riuscito troppo bene.
Tra gli hobby, ama ricordare, più che la prosa e la poesia (?!), la vignetteria, la fotografia, e la più antica archeologia.
Attualmente non pratica più alcuno sport, limitando l’attività fisica a quella stettamente collegata ai doveri familiari, tra i quali quello di tosatore d’erba nei fine-settimana, di traslocatore di mobili e di libri da un luogo all’altro e di qua e di là in occasione delle feste comandare, di trasportatore di alberi di piccolo fusto e di piante da esterno nei giorni feriali, nonché di annaffiatore di aiuole e siepi in ore antelucane nei periodi di maggiore siccità. Il suo motto preferito, al quale si è finora rigorosamente attenuto, è: "Spendi i soldi in fretta, prima che finiscano!"».

14,00€

In questo libro Marcella Rossi dialoga con la natura, si rivolge agli amati fiori, agli alberi e ai rovi, alle montagne, alle ebette spontanee che costellano prati e boschi, alle antiche creature, agli insetti e agli uccelli. Si rivolge a loro fiduciosa di essere riconosciuta. E lo fa con andamento solenne e toni poetici, linguaggi che le sono particolarmente cari. Per avere risposte dagli esseri non umani – si legge nella prefazione – occare avere occhi interiori, ed è il praticare il mondo selvatico che apre questi occhi e ci accomuna al resto del cosmo “a respirare la comune / vita / in cui siam tutti / vita che corre / e punge / e chiama / e sente / e brilla e poi / traspare”.

14,00€

Metaphorica, composta dal 1983 al 1988, è la seconda raccolta poetica di Marcella Rossi dedicata ai sensi e ai non sensi del quotidano e della memoria in una danza di suoni, colori ed emozioni che nascono da una riflessione interiore e si traducono in un linguaggio libero e spregiudicato.
Questo lavoro in versi costituisce una specie di “summa” poetica, un collage di derivazioni in balia di possibili catastrofi. Cosmo di dispersioni, affidato ai suoni del non senso nella rincorsa degli spaesamenti.

9,00€
ali&no editrice snc - Strada Trasimeno Ovest 165/C5 - PI e CF 02189170547
Powered by We Network