Aldo Ranfa


Aldo Ranfa, per oltre un decennio curatore dell'Orto Botanico e Medievale di Perugia, esperto in giardinaggio, verde urbano, è nato a Perugia nel 1956, è laureato in Scienze Naturali ed è Ricercatore confermato in Botanica ambientale ed applicata presso il Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale dell’Università degli Studi di Perugia.

Mostra: Lista / Griglia
Mostra:
Ordina per:

In questa seconda edizione del libro sono state catalogate 180 piante spontanee rintracciabili sul territorio nazionale, ed in particolar modo nell’Italia centrale, di cui sono descritte localizzazione, stagionalità, fioritura, periodo di raccolta, parti da recidere, suggerimenti in cucina, usi popolari e terapeutici, eventuale livello di tossicità o allergia, e curiosità legate alla tradizione.
Sono suddivise in allergeniche, come cipresso, nocciolo, olivo, commestibili, note per le loro proprietà aromatiche, come bardana, borragine, finocchio, radicchio selvatico o come il caccialepre e la viola, piacevoli al gusto e ricche di effetti benefici per la salute dell’uomo.
Di altre specie vegetali, riconosciute come tossiche e/o velenose per l’uomo, sono state messe in evidenza le parti nocive da quelle commestibili, le proprietà, le sostanze sfruttate in omeopatia o in medicina popolare e l’aspetto morfologico, con particolare attenzione a quelle presenti nelle aree verdi pubbliche e private che spesso, a nostra insaputa, contengono pericolose insidie ben celate a scapito della salute soprattutto dei bambini e degli anziani.

20,00€

In questo libro sono state catalogate le principali piante spontanee rintracciabili sul territorio nazionale, e in particolar modo nell'Italia centrale, di cui sono descritte localizzazione, stagionalità, fioritura, periodo di raccolta, parti da recidere, suggerimenti in cucina, usi popolari e terapeutici, eventuale livello di tossicità o allergia e curiosità legate alla tradizione.
Piante comuni come cipresso, nocciolo, olivo, erbe spontanee note per le loro proprietà aromatiche come bardana, borragine, finocchio, radicchio selvatico, o piante commestibili come caccialepre e viola, piacevoli al gusto e ricche di effetti benefici, possono risultare utili e perfino terapeutiche per la salute dell’uomo se impiegate in modo corretto. Di molte specie vegetali, allergeniche o riconosciute come tossiche, è bene distinguere le proprietà e l’aspetto morfologico, con particolare attenzione a quelle presenti nelle aree verdi pubbliche e private che, spesso a nostra insaputa, contengono pericolose insidie ben celate a scapito della salute soprattutto dei bambini.

ali&no editrice snc - Strada Trasimeno Ovest 165/C5 - PI e CF 02189170547
Powered by We Network