Sandra Cammelli


Sandra Cammelli è nata a Firenze, dove vive. Ha pubblicato Il treno arancione (SoleOmbra edizioni, 2007). Alcuni suoi racconti hanno avuto menzione in concorsi nazionali (“D” come Donna, La Nereide). Ha pubblicato con il Gruppo Parola di Donna del Giardino dei Ciliegi La finestra, l’attesa, la scrittura: ragnatele del sé in epistolari femminili dell’800 (Luciana Tufani Editrice, 1997). Lavora attivamente al “progetto politico culturale” dell’Associazione il Giardino dei Ciliegi di Firenze.

 

Mostra: Lista / Griglia
Mostra:
Ordina per:

Quattro storie di donne nate tutte nel Novecento: due di loro quasi agli inizi, le altre due quasi alla fine. Le loro vite si intrecciano a quelle di altre donne, e le loro memorie individuali si uniscono a quella collettiva di cui esse sono parte. Un viaggio nel passato per raccontare la complessità dell’oggi.

«Le quattro bambole di cui mi parlava la zia Lavinia mi sono cresciute dentro, e ho immaginato altre storie. Sono le storie di Ada, Tina, Yohandra e Sara. Storie di donne e non di bambole. Ho cercato di ricomporre il passato per riordinare il presente. Ho capito che non sono state importanti solo le amiche che hanno condiviso con me questi anni, ma anche altre donne che mi furono madri e che io contestai; come oggi sono importanti quelle donne, che non sempre comprendo, ma che sento essermi figlie. È per questo motivo che ho voluto intraprendere un viaggio simbolico, attraverso la scrittura, nelle coscienze di alcune donne, e con la consapevolezza di riuscire solo in parte a esprimere l’infinito spazio di sofferenze esperienze saperi e conoscenze, che si portano addosso».

12,00€
ali&no editrice snc - Strada Trasimeno Ovest 165/C5 - PI e CF 02189170547
Powered by We Network